cara11

Ecco un’altra storia di eroismo silenzioso. L’Italia non è quella che i media propagandano ogni giorno. E’ costruita con sacrificio ed abnegazione da tanti uomini e donne che concorrono alla libertà e alla sicurezza dei cittadini, con senso del dovere a sprezzo della propria vita. Se ancora avvengono questi fatti, allora possiamo continuare a sperare in un mondo più giusto e fraterno.

L’appuntato Carlo Morresi della stazione di Falconara ha salvato una donna che voleva lanciarsi dal cavalcavia. “In un’Italia che annaspa tra problemi economici e voglia di rinascita, che non dà giusto merito a chi ci mette il cuore, costringendo persino giovani menti ad emigrare lontano dal calore del sole di casa e dagli affetti, ci sono ancora esempi di enorme umanità”. A Falconara ieri è successo qualcosa di eccezionale, qualcosa che farebbe stringere il cuore anche al più arido. Un carabiniere, che da 20 anni si sbatte in una caserma di una cittadina di provincia, autore più volte di gesti importanti e decisivi, un segugio vero nella lotta agli spacciatori di droga e ai violenti, venerdì pomeriggio non ha solo salvato la vita a una donna di 43 anni che voleva lanciarsi dal cavalcavia vicino alla stazione.

Ha fatto di più: ha salvato la coscienza di centinaia di persone. E non solo di quelli che tra Ancona e Falconara lo hanno visto nascere e lo conoscono bene. Questo carabiniere sta ricevendo applausi da tutta Italia, il web sta impazzendo per lui perchè individua nella sua figura, in quell’abbraccio così umano e caloroso alla giovane polacca che voleva farla finita e che probabilmente senza di lui lo avrebbe fatto, un essere profondamente umano. Come dovrebbe essere ogni carabiniere, come dovrebbe essere ogni cittadino che si sente parte di questo paese.

Il carabiniere verrà segnalato per un encomio dai suoi superiori, ma non ci sono abbastanza medaglie da appuntare al petto, per ringraziarlo della dimostrazione di grandezza. Specie per la motivazione con cui ha convinto la giovane polacca a non fare la sua più grande sciocchezza: «oggi è un giorno troppo triste per me» le ha detto tenendola per mano. «Proprio oggi, sette anni fa, ho perso una figlia, oggi non deve morire nessuno». Un carabiniere, un essere umano, un grande uomo.

 A cura dello staff allaquerciadimamre.it

Fonte: noirdadiomobile.org

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Commenti   

#1 RE: "Oggi non deve morire nessuno" così il carabiniere stringendola al petto sussurra alla giovane suicida Elio Ameleti 2015-10-26 09:10
Ho sempre voluto bene all' arma dei carabinieri. Vediamo sempre in essa, oltre un lavoro sempre svolto con dedizione anche il fiorire di questi atti così belli e di tanta elevatura morale. Si può dire che è una costante giornaliera in quest' arma a noi così vicina. Mentre qui vediamo questo bravo appuntato Morresi salvare una vita, spesso invece sono i nostri carabinieri a perderla e la perdono per difenderci. Molti cittadini non ci fanno caso, ma anche loro hanno mogli e figli che avranno problemi. Quindi abbraciamo con tanto affetto l' appuntato Morresi e in lui, tutta l' arma che quirappresenta, e diciamogli grazie perchè sono tra noi e sono di casa nostra.

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 134 visitatori e nessun utente online