morosini

Un'ulteriore presa di posizione dell’Arcivescovo di Reggio Calabria, sull’ideologia gender, risponde in modo chiaro e netto a quanti, a gran voce e a suon di insulti, dichiarano che la teoria gender non esiste, perché è un’invenzione della Chiesa Cattolica. La dichiarazione del presule, dimostra il contrario. D’altronde siamo in buona compagnia. Anche i nazisti, appoggiati dalla propaganda, dicevano che i campi di sterminio, dove venivano trucidati gli ebrei, erano una invenzione dei nemici del popolo. Certo, usare frasi del tipo “siete seminatori di odio”, oppure “non è carità cristiana parlare di gender”, sono cavalli di battaglia per intimidire quanti sono impegnati a sostenere la visione antropologica dell’uomo secondo natura.

Per vedere questa risorsa audio/video accetta i c o o k i e di "terze parti" (mappe, video e plugin social). Se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa.
Accetta c o o k i e di "terze parti" (mappe, video e plugin social)

Messaggio bomba di un umilissimo Monsignor Morosini, Arcivescovo di Reggio-Bova, in prossimità della festa della Madonna della Consolazione, Patrona di Reggio Calabria: "Non si può conciliare la celebrazione di un patronato civile su una città o su uno Stato quando questa città o questo Stato sta prendendo una deriva che non è più cristiana".

"Ha senso parlare oggi di un patrono di una diocesi, di un Paese – nel caso nostro – della patrona Madonna della Consolazione, con tutto ciò che questo comporta con l’apparato esterno delle autorità religiose, militari, civili che fanno da corona a questa festività? Cosa bella che abbiamo ereditato dalla tradizione e che non vogliamo toccare. Ma in tempi in cui noi assistiamo ad una secolarizzazione e scristianizzazione galoppante, ha senso festeggiare un patronato religioso? ... Ha senso celebrare il Santo Patrono in uno Stato, in una città che ormai si va sempre più organizzando in una maniera laica, diciamolo pure, in maniera scristianizzata? Non voglio contestare il fluire del tempo e il cambiamento in una società. La domanda io la pongo, non solo ai credenti, ma anche a coloro i quali affermano di non credere, però a queste tradizioni sono legati.... Che senso ha che una città, che si vuole organizzare in una maniera laica, festeggi le ricorrenze religiose se poi fa leggi che sono contrarie alla Chiesa? Che senso ha il patronato religioso con il registro delle unioni civili? Che senso ha il patronato della Madonna con la visione della famiglia che oggi sta prendendo piede e con la cultura gender?"

Se vuoi leggere il testo originale, clicca qui

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 96 visitatori e nessun utente online