douma11aa

Due anni addietro nella città siriana di Douma si è consumato una delle stregi più orribili delle tante della guerra ancora in corso. A rendere nota la storia, è stata Alice Assaf, una mamma del luogo, che ha raccontato come i miliziani dell'isis una volta occupata la città, avessero preso sei uomini che lavoravano in una fabbrica di alimentari, per poi gettarli vivi nel forno. Dopo di che si erano messi a sequestrare tutti i bambini: circa 250. Alcuni sono stati decapitati davanti ai loro genitori, la maggior parte invece li hanno buttati vivi nell'impastatrice della stessa azienda, facendoli morire in modo atroce. La più grande di loro, ha detto la donna, aveva 4 anni. Si trattava di bambini cristiani. Le ragazze più grand invece furono vendute come schiave al mercato del sesso. Il figlio della donna che ha raccontato queste terribili storie, venne ucciso, dopo essersi rifiutato di cambiare il suo nome, Giorgio, con uno islamico: "non voglio morire con una identità che non sia la mia, voglio morire con il mio nome Giorgio", disse il ragazzo alla madre, prima di essere trucidato. Alla richiesta di nascondersi, il giovane, rifiutando di farlo, rispose: "ci hai insegnato a seguire quello che Cristo ha detto: chiunque mi rinnegherà davanti agli uomini, anche o lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli".

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online