La Chiesa cattolica in Kenya –secondo una nota diffusa dall’agenzia Fides-,  è preoccupata per il comportamento sconveniente nelle scuole culminati in alcuni casi in atti violenti "con il coinvolgimento degli studenti nella radicalizzazione e altri comportamenti devianti". Lo ha affermato Mons. Maurice Muhatia Makumba, Vescovo di Nakuru e Presidente della Commissione per l’educazione e l’insegnamento religioso della Conferenza Episcopale del Kenya, nel suo discorso alla conferenza “Salvare la Gioventù da comportamenti distruttivi; Una responsabilità delle scuole cattoliche”. Al convegno hanno partecipato 900 persone tra responsabili delle scuole cattoliche e dell’Università cattolica del Kenya. “All'inizio dell'anno, siamo stati testimoni in alcune delle nostre scuole di casi di coinvolgimento di studenti nella radicalizzazione e in altri comportamenti devianti.

Questi comportamenti hanno provocato effetti negativi sull’apprendimento, sull'insegnamento e sul ruolo formativo della scuola. Per queste ragioni abbiamo deciso di affrontare questo tema in modo da darci l'opportunità di riflettere e di elaborare strategie efficaci per aumentare il nostro impegno formativo ai favore dei giovani nelle nostre scuole” ha detto Mons. Makumba. Il Vescovo ha dato alcune indicazioni per affrontare la situazione: da un lato promuovere il dialogo con gli studenti per comprendere le loro difficoltà ed esigenze, e dall’altro pretendere da parte di tutti il rispetto delle regole e della disciplina.

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 35 visitatori e nessun utente online