tru

Il Washington Post in tre giorni ha già pubblicato una dozzina di articoli in cui il nuovo presidente è paragonato ad Hitler. Soros paga studenti e sottoproletariato per manifestare nelle piazze contro il nuovo comandante in capo. I grandi vip dello spettacolo (che si sono spesi per la vittoria della Clinton), si stanno mangiando il fegato. Hanno perso ma non sanno perdere. Ecco (nella foto qui sotto), come titolava il giornale del PCI "L'Unità" il 6 novembre 1980 all'indomani della vittoria negli Usa di Reagan. Quasi 40 anni dopo la sinistra e l'intellighenzia non sono cambiate: se il popolo vota come piace a loro è l'affermazione della democrazia e dei valori progressisti, se non lo fa è la vittoria dell'ignoranza, della paura e l'inizio della fine del mondo. E' doveroso chiedersi dove erano i manifestanti Usa di questi giorni (e i loro simpatizzanti europei) quando i "ribelli buoni" foraggiati dai loro politici preferiti sgozzavano innocenti in giro per il mondo o quando veniva bombardata la Libia, sempre su iniziativa dei loro idoli.

regan11

I leader abortisti e le organizzazioni che premono per promuovere l’aborto sono letteralmente “devastati” dalla vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Questi gruppi consideravano un dato di fatto la vittoria di Hillary Clinton e il conseguente trionfo delle politiche abortiste. Ma la batosta è stata terribile visto che il candidato repubblicano aveva annunciato che in caso di vittoria avrebbe ritirato i finanziamenti alla Planned Parenthood, il centro di pianificazione familiare ultimamente al travolto da molte polemiche e scandali legati alla vendita di organi dei feti abortiti. Trump ha anche promesso che, in caso di vittoria, avrebbe appoggiato le iniziative pro-life, grazie anche al sostegno di numerosi cattolici che lo hanno accompagnato nella campagna elettorale, a cominciare da Mike Pence, scelto da Trump come vice presidente, un evangelico, attivo sul fronte pro-life che nel suo intervento dopo l’elezione ha ringraziato Dio “per la grazia concessa”. Perchè i principali sondaggi negli ultimi mesi propendevano per una netta vittoria di Hillary Clinton? "le percezioni dell’opinione pubblica americana e internazionale sono state manipolate tramite la diffusione di sondaggi il cui esito veniva preventivamente concordato con i vertici della Clinton Campaign, afferma il prof. Germano Dottori, docente in Studi Strategici presso l’Università Luiss di Roma e consigliere scientifico di Limes. Dovevano rafforzare la sensazione di una Hillary presidente inevitabile. Soltanto il Los Angeles Times, i Rasmussen Report ed un istituto demoscopico legato alle imprese hanno fin dall’inizio dipinto un quadro diverso, con i due candidati appaiati. C’è poi da dire che se si continuerà a produrre stime sul voto popolare sganciate dall’andamento nei singoli Stati, avremo ancora pronostici inutili". E ancora: "Trump cercherà di concentrarsi sul rilancio della classe media e dei colletti blu, depressi a causa della stagnazione dei loro redditi, un male molto ben noto anche a noi europei. Non gli interessano le avventure militari, né i progetti più ambiziosi di democratizzazione del mondo. È uomo d’affari, che attribuisce gran valore alla stabilità. L’America cercherà di ritrarsi, ma senza lasciare il caos. Per questo, le altre grandi e medie potenze avranno maggiori spazi. Trump ne cercherà la collaborazione. E la Russia conterà molto. Non le si regalerà nulla, ma si smetterà di alimentarne la sindrome d’assedio. Mosca dovrà essere incentivata a cooperare. Ho la sensazione che al Cremlino si guardi con gran favore alla novità, anche se la diplomazia russa è prudente". Emerge un quadro totalmente diverso da quanto i media in questi giorni post elezione hanno presentato all'opinione pubblica.

 

a cura dello staff allaquerciadimamre.it

Aggiungi commento

NOTE IMPORTANTI
- Quando si carica la pagina, i commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.
- I commenti inseriti dagli utenti non registrati al sito, non saranno immediatamente visibili perché dovranno prima essere approvati da parte degli amministratori.
- I dati personali saranno trattati in conformità alle leggi vigenti sulla Privacy (vi invitiamo anche a leggere quanto riportato nell'apposita pagina).
- Per commentare è indispensabile avere il browser con i cookie e gli script (javascript) abilitati.

Si prega vivamente di evitare la scrittura in stile SMS.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Siti amici

Da Porta Sant'AnnaZENIT - Il mondo visto da RomaGiuliano GuzzoSponda Sud NewsTempiFaro di RomaLa Manif Pour Tous ItaliaLa nuova Bussola QuotidianaComitato Articolo 26 - RomaNo CristianofobiaSentinelle in piediAssadakahUCCR | Unione Cristiani Cattolici RazionaliNotizie ProVita

Ultimi articoli più letti

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online

Newsletter "Advéniat Regnum Tuum"

Questa newsletter ha carattere aperiodico ed è uno strumento che può aiutare a crescere nella fede.
Archivio delle newsletter inviate
Privacy e Termini di Utilizzo
Iscrivendoti attraverso questo modulo, ti verrà inviata un'email contenente un link sul quale cliccare per confermare la registrazione. Se entro 30 minuti non trovi il messaggio nella posta in arrivo, controlla attentamente anche la cartella della posta indesiderata (o spam).