note11

Alcune testate giornalistiche hanno riportato la notizia di una 13enne (quindi si tratta di una bambina-minore. Ricordiamo che in Italia si diventa maggiorenni a 18 anni di età), che dopo aver scoperto di essere incinta, il (suo), ragazzo maggiorenne (38 anni), l'ha lasciata. Nessuno ha evidenziato la gravità dell'episodio. Andiamo per ordine: una minore (13) anni, dai media è considerata "fidanzata", con un uomo di 38 anni! Come è possibile far passare questo orrore, come un fatto normale? A 13 anni si è ancora minori, non è possibile parlare di "fidanzamento"! Sembra quasi che ci stiamo avviando verso lo sdoganamento della pedofilia. Si può parlare di "relazione consensuale", tra una minore e un maggiorenne?

Intanto contro il trentottenne è partita l'indagine per pedofilia. Ma leggere che il "fidanzato" (non virgolettato) lascia la ragazzina perché incinta è significativo. La notizia (il titolo) è questa: che un uomo adulto può essere il fidanzato di una tredicenne. Capite gli inganni dei mezzi di informazione? Chi deve proteggere i bambini? Come aiutarli a difendersi dalle voglie degli adulti? Addirittura la "madre della ragazzina" era a conoscenza della storia tra i due?

Ecco come è riportata la notizia: "Un 38enne è indagato dalla Procura della Repubblica di Rimini per violenza sessuale nei confronti di una tredicenne. L'uomo, residente nel Riminese, avrebbe avuto una breve relazione consensuale con la ragazzina, poi interrotta alla notizia della gravidanza. La vicenda è emersa in agosto, quando la bambina accompagnata dalla mamma e da altri parenti si è recata ad una visita in ospedale. Sono stati i medici dell'Asl scoperta la gravidanza, a fare la segnalazione alla Procura.Ascoltati in Procura alcuni parenti della 13enne, che avrebbero confermato la relazione tra la ragazzina e il 38enne. L'uomo sarebbe stato visto spesso frequentare, anche alla presenza della mamma, la casa della famiglia. La madre sarebbe stata quindi a conoscenza della relazione della figlia. Non avendo denunciato l'uomo, la donna potrebbe essere denunciata per concorso in violenza sessuale".

 

a cura dello staff allaquerciadimamre.it

Commenti   

#1 sgomentofoti rosalba 29-10-2016 15:24
Sarebbe veramente il caso di denunciare la madre , e forse tutta la famiglia
Citazione

Aggiungi commento

NOTE IMPORTANTI
- Quando si carica la pagina, i commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.
- I commenti inseriti dagli utenti non registrati al sito, non saranno immediatamente visibili perché dovranno prima essere approvati da parte degli amministratori.
- I dati personali saranno trattati in conformità alle leggi vigenti sulla Privacy (vi invitiamo anche a leggere quanto riportato nell'apposita pagina).
- Per commentare è indispensabile avere il browser con i cookie e gli script (javascript) abilitati.

Si prega vivamente di evitare la scrittura in stile SMS.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 23 visitatori e nessun utente online

Newsletter "Advéniat Regnum Tuum"

Questa newsletter ha carattere aperiodico ed è uno strumento che può aiutare a crescere nella fede.
Archivio delle newsletter inviate
Privacy e Termini di Utilizzo
Iscrivendoti attraverso questo modulo, ti verrà inviata un'email contenente un link sul quale cliccare per confermare la registrazione. Se entro 30 minuti non trovi il messaggio nella posta in arrivo, controlla attentamente anche la cartella della posta indesiderata (o spam).