"Khaled Asaad, ex direttore e custode delle rovine romane di Palmyra, si è fatto decapitare dall’Isis pur di non rivelare dove aveva nascosto centinaia di statue. La storia ogni tanto ci regala uomini straordinari e innamorati dell’arte - da Jacques Jaujard (1895-1967), che salvò dai nazisti i capolavori del Louvre, al nostro Pasquale Rotondi (1909–1991), che fece lo stesso proteggendo circa diecimila opere d'arte italiane –, ma il sacrificio di quest’uomo anziano e coraggioso non verrà dimenticato. Perché quando la follia cesserà ciascuna delle statue salvate parlerà di lui, che a suo modo ha indicato il vero senso della vita: cosa lasciare dopo di noi" (Giuliano Guzzo)

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 204 visitatori e nessun utente online