Lo Stato islamico ha represso nel sangue un’insurrezione avvenuta a Sirte, nel nord della Libia. I cittadini hanno provato a ribellarsi contro i jihadisti che controllano la città e hanno condotto una rivolta armata, ma lo Stato islamico ha assediato un quartiere di Sirte, il distretto tre, per cinque giorni e l’ha bombardato fino al 17 agosto, quando ne ha ripreso il pieno controllo. L’insurrezione sarebbe stata provocata dall’uccisione da parte dei jihadisti di un imam conservatore, Khaled al Ferjani. L’evento ha scatenato la rabbia della tribù Ferjani a cui apparteneva l’imam, che era molto critico nei confronti dello Stato islamico. Se vuoi approfondire la notizia, clicca qui. 

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 329 visitatori e nessun utente online