Family Day - Nessun compromesso sulla Famiglia

Sabato, 30 gennaio 2016, un mare di persone e famiglie ha partecipato al Family Day per dire un NO categorico a tutto il DDL Cirinnà, come ribadito chiaramente anche dal portavoce Massimo Gandolfini, durante il discorso di chiusura.

Chi ha voluto vedere e ascoltare, ha di nuovo capito. Ha capito che cosa è un popolo che laicamente e responsabilmente va in piazza per far sentire la propria voce e lo fa con pacifica determinazione, con parole chiare eppure rispettose per tutti, anche per chi la pensa diversamente. [...] Tante, tantissime le famiglie presenti a comporre un popolo variegato e variopinto nel quale il filo conduttore sono le carrozzine con bambini al seguito. Non mancano poi gli anziani, i giovani e giovanissimi, i nonni con nipoti, i semplici cittadini. Ci sono state famiglie che hanno fatto sacrifici economici enormi: nessuno ha pagato loro il viaggio, non hanno sindacati, sigle o lobby che hanno inviato qualche bonifico. Hanno dovuto rinunciare magari ad una piccola vacanza di due giorni, ad una giacca nuova per il figlio per essere qui e insieme ad un corpo di cittadini dire: “La famiglia è una verità strutturale del bene comune di questo Paese”. [...]

Sembra incredibile. L’unica preoccupazione dei media schierati apertamente contro il raduno delle famiglie, nonostante abbiano costatato con i propri occhi e sentito con le proprie orecchie “cosa” realmente è accaduto, è stata quella di spostare l’attenzione sul numero dei partecipanti, generando nel dibattito pubblico, una guerra mediatica che sta perdendo di vista i contenuti forti della manifestazione. L’autorevolezza di chi dà lezione sui numeri trova facili riscontri nel fatto che coloro che oggi si atteggiano a ricercatori e custodi della “verità” sono gli stessi che da anni dicono: “i bambini inseriti in famiglie omosessuali sono 100 mila”, quando per l’Istat sono 530 scarsi, e da una settimana scrivono che nelle piazze arcobaleno di sabato 23 Gennaio, c’era un milione di persone: “proprio non ce la fanno. Hanno cercato di attaccare sulle idee, e puntualmente – ad ogni trasmissione, in ogni dibattito – hanno perso sul confronto culturale. Hanno cercato di far passare per fascisti, retrogradi, oscurantisti, musoni, tristi, catto-integralisti, quanti non vogliono sottomettersi ai poteri forti delle lobby, dimostrando nei fatti la loro intolleranza nei confronti di chi pensa in modo diverso. Dopo aver organizzato una grande  manifestazione che in tutta Italia ha raccolto si e no 30mila persone compresi passanti e turisti (e, a Venezia, pure i piccioni), stanno a contare i singoli metri quadrati di un catino sterminato come quello del ‪#‎CircoMassimo. Cari amici gay friendly, imparate ad accettare che i capricci di pochi non posso diventare leggi, e che i bambini hanno bisogno di un papà e di una mamma”. [...]

Leggi il commento completo su farodiroma.it

A cura di Don Salvatore Lazzara

 

Galleria fotografica (a cura di Salvatore Tropea)

Fai clic sulla prima foto, in alto a sinistra, (o su qualsiasi altra) per ingrandirla e vedere l'intera sequenza usando i pulsanti di navigazione, che appaiono ponendo il mouse sull'ingrandimento, oppure le frecce della tastiera: "freccia destra", per andare avanti; "freccia sinistra", per andare indietro.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

N.B. - I commenti potrebbero tardare alcuni secondi prima di apparire.

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti!

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online