Siria e Medio Oriente

macerie

La sposa con l’abito bianco e sontuoso fa il suo ingresso in quel che rimane di una chiesa, percorre il tappeto bianco tra due ali di fiori e raggiunge lo sposo, il cui volto tradisce una comprensibile emozione. Assiepati tra i banchi, ad assistere alla cerimonia, parenti e amici agghindati come si conviene in una simile occasione. Tutt’intorno, le rovine dei bombardamenti che hanno colpito la città di Homs. Un’immagine che è diventata virale sui social network e che rappresenta il simbolo della vita che continua, in Siria, nonostante la guerra. I protagonisti sono Fadi e Rana, entrambi ventottenni, i quali hanno scelto di sposarsi il 12 luglio scorso nella chiesa ortodossa di San Giorgio, la loro parrocchia, che non hanno voluto tradire nonostante il tetto sia crollato giù e le pareti appaiano fatiscenti a causa dei bombardamenti.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

opposizione

Una nota di "Syria - l'altra faccia della rivolta", riferisce le seguenti precisazioni sulla cosiddetta "opposizione moderata o non moderata": il ministro degli Esteri siriano ha fatto una precisazione riguardo i termini utilizzati dagli Stati Uniti che fanno distinzione tra le “bande armate” (denominate takfiriste) in Siria: “Per noi, non esiste una cosa come opposizione moderata o non moderata. Chiunque prende le armi contro lo stato siriano è un terrorista”, ha detto Walid al-Muallem dopo il suo incontro con il suo omologo iraniano, Mohammad Javad Zarif, a Teheran. Muallem ha inoltre affermato la Siria si oppone a qualsiasi mossa militare non coordinata con il governo all’interno del suo territorio.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

gallagherPubblichiamo alcuni passaggi salienti dell’intervista rilasciata da mons. Gallagher segretario per i rapporti con gli stati, a Vatican Insider, sulla situazione in medio oriente, sull’accordo con l’Iran sul nucleare. Non mancano le considerazioni sulla situazione caotica in Iraq, e il ruolo della Russia, con riferimenti alla preghiera per la Siria del 2013.

A proposito dell’accordo sul nucleare iraniano nella pacificazione del Medio Oriente, l’alto prelato ha così commentato:

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 56 visitatori e nessun utente online