Chiesa

Casa Bianca USA

Nel luogo simbolo della democrazia, arriva Papa Francesco, dopo aver salutato un gruppo di fedeli alla Nunziatura Apostolica. Accolto dagli onori militari, e dall’esecuzione degli inni (statunitense e pontificio), davanti a una folla composta ed attenta di circa 15.000 persone, il Presidente Americano saluta con un discorso di benvenuto il Santo Padre. A seguire, Francesco pronuncia il suo saluto in inglese (la prima volta per il Papa), interrotto diverse volte dagli applausi dei presenti. A Washington, capitale americana e centro del potere democratico, il Pontefice, in perfetto stile “Laudato sii”, si presenta con un veicolo made in Italy, una 500L Fiat, targata SCV 1, quasi a simboleggiare il desiderio di quell’universalità di scambi, incoraggiati nel nome della casa comune che siamo chiamati a costruire, al di là delle diversità di ogni singolo popolo e nazione.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Papa Bergoglio

Dopo aver celebrato i vespri nella cattedrale dell’Havana, papa Francesco, si è recato al Centro Varela, dove ha incontrato una moltitudine di ragazzi, giovani, e fedeli. Il clima di festa, tipico delle gente latinoamericana, ha fatto più volte fatto sorridere il Santo Padre, il quale non ha mancato di elargire benedizioni e saluti. Quando incontra i giovani, non ama il formalismo dei discorsi preparati. Così, anche questa volta, come ha fatto nel momento di preghiera con i consacrarti, ha abbandonato il testo scritto affidandosi agli appunti presi mentre ascoltava l’intervento di un ragazzo nel Centro culturale, nella piazza della Cattedrale dell'Avana. “L'inimicizia sociale distrugge. Una famiglia si distrugge per l'inimicizia. Il mondo si distrugge per l'inimicizia. E l'inimicizia maggiore è la guerra e oggi il mondo si sta distruggendo per la guerra perché non sono capaci di sedersi e parlare”. È uno dei passi appassionati del discorso pronunciato “a braccio” nell’ultimo appuntamento della sua seconda giornata cubana. Una riflessione corposa, capace di scuotere le menti e i cuori non solo dei presenti, ma di quanti avranno la possibilità di leggere e riascoltarla.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Folla Cuba2

Dopo la celebrazione dei vespri, nella Cattedrale dell’Avana, il Papa raggiunge l’antico edificio che ospita il famoso centro de Estudio P. Felix Varela, per incontrare i giovani. L’istituto è stato istituito nel 2011 in coordinamento con il Pontificio Consiglio della Cultura. Il centro comprende un centro di studi ecclesiastici che svolge anche corsi di filosofia, studi sociali, psicologia oltre a un master in Business Administration (MBA), detto “Cuba-Emprende”, finalizzato al sostegno di iniziative imprenditoriali private confacenti ai cambiamenti nella politica economica del Paese. Dunque, un luogo formativo di eccellenza, dove passano tanti giovani che rappresentano il futuro della società Cubana. Senza cultura e formazione, è difficile costruire il domani di un paese. Diceva San Giovanni Bosco, “un giovane senza cultura e preparazione è destinato a perdersi”.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

FI Cuba Folla

Papa Francesco, la riflessione ai vespri, l’ha tenuta interamente a braccio, tralasciando il discorso preparato per l’occasione. Con il suo stile semplice ed immediato a parlato al cuore dei consacrati, chiedendo di abbandonare lo spirito del mondo, per abbracciare interamente il Vangelo di Gesù. La disponibilità verso il popolo di Dio non deve conoscere orari, né tanto meno interessi di parte. Ha inoltre richiamato l’attenzione verso i poveri, vera ricchezza della Chiesa, senza dimenticare di usare verso tutti la misericordia di Dio:

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Folla Cuba

Dopo la visita di cortesia al Palacio della Revolucion, il Santo Padre si trasferisce in macchina presso la Cattedrale dell’Immacolata Concezione e San Cristobal de La Habana. Prima di giungervi, il Pontefice si è fermato nella Iglesia Reina, sede della sezione urbana della Compagnia di Gesù. La costruzione dell’edificio sacro fu iniziata dai Padri Gesuiti nel 1748, quando La Habana si trovava ancora sotto la giurisdizione ecclesiastica di Santiago de Cuba. I lavori continuarono, anche dopo l’espulsione dei Gesuiti nel 1767, accusati di cospirazione. L’opera fu ultimata nel 1787, data dell’erezione di La Habana a diocesi. Un anno dopo la città divenne sede vescovile e la chiesa fu elevata a rango di cattedrale. La cattedrale si affaccia sull'omonima Plaza de la Catedral, nella zona di Habana Vieja. La notte aumenta la suggestione: la chiesa diventa l'affascinante scenario delle attività che si svolgono nella piazza antistante, punto di incontro di turisti e abitanti dell'Avana, con un sottofondo di musica cubana. Francesco recita, insieme ai consacrati e al popolo di Dio, i II Vespri della XXV Domenica del Tempo Ordinario. Il cardinale Alamino rivolge, prima dell’inizio del Vespro, un saluto di benvenuto. La preghiera viene arricchita dalla testimonianza di una religiosa, mentre le letture brevi saranno due: 2Cor 1,3-4; e Gv 17,11b.13.14-15-17.

Per vedere i pulsanti di condivisione per i social (Facebook, Twitter ecc.), accetta i c o o k i e di "terze parti" relativi a mappe, video e plugin social (se prima di accettare vuoi saperne di più sui c o o k i e di questo sito, leggi l'informativa estesa).
Accetta c o o k i e di "terze parti"

Sottocategorie

Siti amici

Da Porta Sant'Anna ZENIT - Il mondo visto da Roma Giuliano Guzzo Sponda Sud News Tempi Faro di Roma La Manif Pour Tous Italia La nuova Bussola Quotidiana Comitato Articolo 26 - Roma No Cristianofobia Sentinelle in piedi UCCR | Unione Cristiani Cattolici Razionali Notizie ProVita

Caro lettore, la gestione di questo sito comporta diverse spese (libri, riviste, connessione internet, dominio Web ecc.). Se apprezzi il mio lavoro, puoi contribuire con una libera donazione.
Grazie.

Fai una donazione
con PayPal

Alla quercia di Mamre

Seguici anche su Twitter

Seguici anche su Facebook

Visitatori online

Abbiamo 67 visitatori e nessun utente online